Image by Maja Petric

I VINI NATURALI

Viticultura naturale, resistente, di presidio

Terre del Ving è un’avventura e un progetto, un’idea di viticultura nomade che parte dal presupposto che la terra non ci appartiene mai veramente. Terre del Ving si prende cura delle vigne abbandonate, di quelle non più “strategiche”, di quelle indesiderate o scarsamente produttive ma che appartengono all’eccellenza produttiva toscana, che hanno un terroir da esprimere, una storia da raccontare. Viticultura nomade come filosofia agricola e di vita, che si muove, si sposta, si trasforma e si rinnova continuamente, seminando il germe della "buona agricoltura", producendo vini mai uguali a sé stessi e portando in tavola sempre nuovi sapori, esperienze, emozioni, racconti di vino. Il nostro nuovo progetto oggi è riportare la Vigna a San Donato in Bellaria. Vigne che un tempo costituivano la principale coltura di Chianni ma che sono state progressivamente abbandonate negli anni del boom economico perchè non più redditizie e difficili da gestire sui ripidi terrazzamenti di questo splendido luogo.