top of page

I tempi dell’elicriso

L'inizio dell'estate coincide con un momento molto speciale per noi a San Donato in Bellaria: la fioritura degli elicrisi spontanei che crescono tra le rocce sulle nostre terrazze.

È un momento magico, quando, nella sublimazione della Natura e dell'elemento Luce nei giorni del Soltizio d'estate fiorisce questa pianta aromatica affascinante simbolo per antonomasia delle isole mediterranee: cresce infatti spontaneo in Corsica, Sardegna, Isola del Giglio, il litorale toscano ecc. In Corsica viene chiamato immortelle per la sua capacità di rigenerarsi e di crescere anche nei luoghi più ostili e rocciosi, dove le altre piante faticano a sopravvivere.

L'elicriso mi ha sempre affascinato, con i suoi profumi balsamici così inebrianti e così mediterranei, e con quei piccoli fiorellini gialli che simboleggiano il Re Sole..

Se la lavanda con il suo colore viola e profumo rilassante simboleggia quel magico momento crepuscolare quando la notte stende il suo velo viola e l'ultima luce si scioglie in un momento melanconico e dolcissimo, L'elicriso è una pianta solare, vibrante, che dona energia e entusiasmo. Simboleggia l'alba, il sorgere del Sole, il momento della vibrazione di Luce più alta e pura.

Dona energia, schiarisce i pensieri, aiuta a focalizzarsi sui nostri veri obiettivi. E a riaccendere il Sole interiore, quello che ci guida sempre verso la strada che porta a noi stessi, alla nostra vera Essenza.


Buon Solstizio d'estate.

Anche quest'anno abbiamo distillato ( di sera, con la luna piena) il nostro elicriso che cresce spontanee sulle nostre terrazze. È un elicriso di altura, di collina, cresce a 450 m su un terreno roccioso di sciste policromatiche ed ha in sé quella finezza dei profumi, quella purezza eleteicizzante che viene dall'altitudine e dalla mano maestosa della Natura che ce lo dona nella sua espressione più spontanea e vera.

E ne siamo immensamente grati

3 visualizzazioni0 commenti
bottom of page